Pagine

martedì 19 settembre 2017

Maurizio Blondet - Contro la pace in Siria, hanno creato le Brigate LGBT



    
Sembra essere l’ultima escogitazione dei competenti uffici di propaganda e sovversione Usa per continuare  ancora un po’ la guerra ad Assad. E non si sa se ridere o piangere. Ecco la notizia:
“Brigate internazionali di combattenti LGBT  in Siria  stanno unendo le forze con le milizie curde sostenute dall’Occidente onde ‘combattere contro l’ISIS” colpevole della persecuzione degli omosessuali”. Ovviamente   combatteranno anche contro il governo legittimo siriano, in quanto omofobo e fascista.
I media mainstream anglofoni stanno facendo sforzi sovrumani per accreditare come reale questa nuova milizia guerrigliera. Riportano che questa nuova formazione si chiama Queer Insurrection and Liberation Army(TQILA)  ed  è nata da una entità chiamata  International People’s Guerrilla Forces (IRPGF), che a sua volta è membro di un International Freedom Battalion, un gruppo di combattenti esteri che hanno attraversato il mondo per unirsi ai miliziani curdi dello YPG in Siria.  Li stanno aiutando non tanto a battere l’ISIS, quanto a creare lo stato anarco-comunista sognato dai combattenti curdi, la Rojava...

P. G. Roberts - Il discorso ONU di Trump...?.."L'inno di Trump al sovranismo: "E' la storia che ce lo chiede”

Trump all'Onu: "Più patriottismo, è la storia che ce lo chiede”
Paul Craig Roberts
Ho ascoltato questa parte del discorso dell'ONU di Trump. Sono stato così imbarazzato per lui e per il mio paese che ho dovuto disattivarlo.
Mi chiedo se chiunque scrisse il discorso deplorevole inteso a mettere in imbarazzo Trump e anche inaspettatamente imbarazzato l'America, o se gli scrittori siano così impregnati dell'arroganza neoconservatrice e del brutto momento del nostro tempo che il discettore non era semplicemente cieco per le straordinarie contraddizioni che si trovavano fuori come i pollici doloranti tutto il discorso.
Non li descriverò, solo un paio di esempi.
Trump è andato avanti a lungo su come l'America rispetta la sovranità di ogni paese e la volontà popolare di ogni paese, e come gli Stati Uniti, nonostante il suo potere militare travolgente, non cercano mai di imporre la propria volontà su alcun paese. Qual è stato il pensiero dell'amministrazione, o può pensare? Cosa c'è di Jugoslavia / Serbia, Afghanistan, Iraq, Libia, Somalia, Egitto, Siria, Yemen, Pakistan, Crimea, Ucraina, Venezuela, Honduras, Ecuador, Bolivia, Brasile, Argentina, solo per citare i paesi del XXI secolo che sono stati sottoposti agli attacchi militari statunitensi, ai governi e alle rimozioni dei leader politici che non sono conformi agli interessi statunitensi?
È il rispetto per la sovranità dei paesi a costringerli a sostenere le sanzioni USA contro l'Iran, la Russia, la Cina, la Corea del Nord e il Venezuela? È il rispetto per la sovranità dei paesi imporre sanzioni ai paesi? Se questo non impone la volontà di Washington su altri paesi, che cosa è?...

Starve them to Death: Soluzione(...farli morire per fame...") di Wall Street Journal per la Corea del Nord

Ricerca Globale, 19 settembre 2017
CounterPunch 18 settembre 2017

Gli editori del Wall Street Journal si sono stabiliti su un piano per terminare la crisi in Corea del Nord. Stringervi a morte:
Non sto scherzando. In un articolo intitolato "Opzioni per la rimozione di Kim Jong Un ", la redazione del WSJ suggerisce che gli Stati Uniti utilizzino "tutti i suoi strumenti per rovesciare il regime nordcoreano", compresi, naturalmente, le importazioni alimentari vitali che impediscono alle donne e ai bambini di affrontare un' agonizzazione morte per fame. Ecco un estratto dell'articolo:
"Il Nord è particolarmente vulnerabile alla pressione quest'anno, perché una grave siccità da aprile a giugno ha ridotto il raccolto precoce del 30%. Se anche il raccolto principale è influenzato, Pyongyang potrebbe avere bisogno di importare più cibo mentre le sanzioni restringono la sua capacità di guadagnare valuta estera ....
Mentre il regime sopravvive a una grave carestia negli anni '90, oggi le conseguenze politiche di un fallimento del raccolto sarebbero severe. ....

blog Beppe Grillo - Giancarlo Cancelleri era, è... e sarà, il candidato presidente del MoVimento 5 Stelle #SceglieteIlFuturo

Giancarlo Cancelleri era, è e sarà il candidato presidente del MoVimento 5 Stelle #SceglieteIlFuturo

PS: E' la prima volta che mi permetto di intervenire nel blog di Beppe Grillo e dico subito:" non faccio parte del M5S ";  sono un illuso che credeva, già da una decina di anni, in Italia potesse esistesse una "sinistra". Oggi in Italia esiste una situazione  che definirla "dittatoriale" è un eufemismo. Confiscare i conti correnti nelle Banche di Lega Nord...il decreto del Tribunale di Palermo su Cancellieri...ne certifica l'esistenza.
umberto marabese
-------------------------
di Giancarlo Cancelleri

Alla luce del decreto del Tribunale civile di Palermo, il MoVimento 5 Stelle annuncia che esercitando un suo diritto farà ricorso per far valere le proprie ragioni. I tempi per aspettare la fine del procedimento e per rinnovare le votazioni purtroppo non ci sono più. Inoltre anche il giudice nel decreto stabilisce che "nessuna statuizione può essere disposta nel presente giudizio" riguardo "all’an della celebrazione" e "alla modalità di svolgimento" delle regionarie, cioè se e come le dovremmo fare.
<< Alla prima udienza dell'8 agosto la causa poteva essere decisa immediatamente ma la difesa del ricorrente ha chiesto un rinvio che il Tribunale ha concesso al 29 agosto. In tale udienza, con un Giudice diverso, la causa è stata nuovamente rinviata al 6 settembre, quando è stata tenuta da un altro giudice ancora. Quest'ultima si è riservata ed ha sciolto la riserva il 12 settembre rinviando la causa al 18 settembre>>. 

Oggi siamo fuori tempo massimo.

La scadenza per presentare il simbolo è questo sabato 23 settembre e dobbiamo inoltre raccogliere 3.600 firme per la presentazione della lista. Per questo motivo il MoVimento 5 Stelle sarà presente alle regionali siciliane del 5 novembre con il sottoscritto, Giancarlo Cancelleri, candidato alla Presidenza della Regione e con la lista, a me collegata, votata dagli iscritti il 4 luglio 2017.

2° parte/fine - Consip, Musti smentisce e Borrelli “salva” Woodcock

Le audizioni – Lucia Musti, Giuseppe Borrelli e Giovanni Colangelo  – Ansa

PS: <<Amarezza. Tanta amarezza nel constatare che i quotidiani più venduti (in tutti i sensi) del paese, insieme con tutti i notiziari radio e TV sia Rai che Mediaset, appoggiano Renzi ed il PD in maniera veramente sfacciata, diffondendo falsità per confondere e disorientare i Cittadini Italiani. Giornata nera per i meravigliosi. Stiamo ancora aspettando quella di maria Elena Boschi nei confronti di de Bortoli...>>.

umberto marabese
------------------------

di  | 19 settembre 2017

Consip, Musti smentisce e Borrelli “salva” Woodcock

Il magistrato usato contro i Noe: “Sui giornali frasi che non ho mai detto” Il capo della Dda partenopea: “Fu il procuratore a intercettare Renzi sr.”Giornata nera per i fautori del complotto di magistrati e Noe dei carabinieri contro Matteo Renzi a colpi di inchiesta Consip e Cpl-Concordia. Da un lato la procuratrice di Modena Lucia Musti con 72 ore di ritardo disconosce alcune frasi riportate dai giornali su quanto detto al Csm e dall’altro c’è la sonora smentita, sempre davanti al Csm, per bocca del procuratore aggiunto di Napoli Giuseppe Borrelli che i pm Henry John Woodcock e Celeste Carrano volessero inguaiare l’ex premier attraverso babbo Tiziano. Si apprende che avevano l’avallo dell’allora procuratore capo Giovanni Colangelo a intercettare Tiziano Renzi...

1° parte - Giornata "nera" per RenziPd: Consip, Musti smentisce e Borrelli “salva” Woodcock

Consip, Musti smentisce e Borrelli “salva” Woodcock

di  | 19 settembre 2017

Il magistrato usato contro i Noe: “Sui giornali frasi che non ho mai detto” Il capo della Dda partenopea: “Fu il procuratore a intercettare Renzi sr.”
Giornata nera per i fautori del complotto di magistrati e Noe dei carabinieri contro Matteo Renzi a colpi di inchiesta Consip e Cpl-Concordia. Da un lato la procuratrice di Modena Lucia Musti con 72 ore di ritardo disconosce alcune frasi riportate dai giornali su quanto detto al Csm e dall’ altro c’è la sonora smentita di Borrelli.---

lunedì 18 settembre 2017

Maurizio Blondet - A CHI “ACCOGLIE” 2900 MIGRANTI, MINNITI OFFRE 74 MILIONI


     


Ringrazio per l’immagine il vaticanista e  amico Marco Tosatti che   l’ha pubblicata sul suo blog  Stilum Curiae,  a mo’ di spiegazione del fattoche il  laicissimo Gentiloni trova l’appoggio del Vaticano   e della Caritas per passare le sue leggi pro-migranti.  La Chiesa è mosso da grande carità verso i migranti, ed è una delle maggiori beneficiarie  di questi  stanziamenti pubblici per la loro “Accoglienza.
Tosatti: ” Se guardate la foto che riproduciamo, e soprattutto guardate la cifra indicata, ci si può rendere conto che tutta questa misericordia verso i migranti non è del tutto gratuita”.
MARCO TOSATTI
C’era da aspettarselo: la storia dello Jus Soli, il pressing che alcuni pezzi di sinistra e di governo, e del Vaticano fanno per approvare prima delle elezioni una legge di cui moltissimi non sentono il bisogno, ha solleticato l’attenzione di Pezzo Grosso. Che ha scritto sul neo-collateralismo ormai evidente (ai tempi della DC erano bazzecole, al confronto) fra pezzi di Chiesa al potere e la sinistra al potere. Le unioni civili, con la legge Cirinnà-Galantino (permettete che si scherzi!) erano solo l’antipasto; e ormai con i giudici che approvano step-child adozioni a tutto andare se ne sono visti i frutti. Una volta – ai tempi di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI se tanto tanto qualche uomo di Chiesa sfiorava un tema che avrebbe potuto avere riferimenti politici fioccavano gli editoriali e le condanne sulle “Interferenze” e gli interventi “A Gamba Tesa”. Adesso, chissà perché, tutti zitti…Ma ecco Pezzo Grosso:...

Di Dmitry Kiselyov - PC americano peste una 'catastrofe nazionale' - Russia # 1 Ancora

Signori e signori, saluti a Dmitry Kiselyov, l'Ancona di notizie della Russia e, contemporaneamente, la testa di uno dei più grandi conglomerati dei media governativi, Rossiya Segodnya, che possiede, tra l'altro, RT.
E 'stato demonizzato in profondità dai media occidentali e messo in elenco le sanzioni, un forte suggerimento che probabilmente parla molto di buon senso e vale la pena di ascoltare.
Kiselyov è un ottimo produttore di parole, ei suoi saggi video preparati con attenzione fanno un pugno. Questa volta ha trovato un eccellente traduttore per trasmettere un suggerimento al suo stile. Alcuni tagli di scelta:

Scandalo in Vaticano? "Oltre 483 milioni di lire spesi dal Vaticano per il suo allontanamento" Ecco il documento-dossier sul caso Orlandi -


Emanuela Orlandi, il giallo del nuovo dossier: "Oltre 483 milioni di lire spesi dal Vaticano per il suo allontanamento"










Emanuela Orlandi, il giallo del nuovo dossier: "Oltre 483 milioni di lire spesi dal Vaticano per il suo allontanamento"==============================================
Ecco il documento-dossier sul caso Orlandi
Galleria fotografica


18 settembre 2017 Un documento choc esce dalla Santa Sede. È il cuore di un libro-inchiesta di Emiliano Fittipaldi, “Gli impostori”. Se è vero, apre squarci clamorosi sulla vicenda della ragazzina scomparsa nel 1983. Se falso, segnala uno scontro di potere senza precedenti nel pontificato di Francesco. 
Leggi l'articolo...

Jobs act, i guai della riforma dalla Consulta alla Ue. E il "Fatto" si fa licenziare dagli avvocati AGI: test pre e post art. 18



PS: Guarda ed ascolta ...bene...il Video per capire i problemi che arriveranno per le aziende che hanno licenziato senze le "dovute" tutele....
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/16/jobs-act-i-guai-della-riforma-dalla-consulta-alla-ue-e-il-fatto-si-fa-licenziare-dagli-avvocati-agi-test-pre-e-post-art-18/3860357/
<<Non ci resta altro che ringraziare Renzi. Si dichiara anche di sinistra. Ma se non sa nemmeno quali siano i Doveri della sinistra. Per lui sono proteggere le banche e le multinazionali che lo finanziano, ma quello è la sua sinistra non quella che vogliono gli Italiani. Io penso che è stato messo la per distruggere quel po' di sinistra che era rimasta.>>
umberto marabese
------------------------
Nei prossimi mesi la Consulta deciderà se alcune delle norme del Jobs act sono in contrasto con la Costituzione dopo che il 26 luglio scorso il tribunale del lavoro di Roma ha chiesto ai giudici costituzionali di esprimersi innanzitutto sull’indennizzo previsto in caso di licenziamento illegittimo. La riforma ha infatti definito un minimo di quattro mesi con l’aggiunta di due mesi per ogni anno di anzianità maturato dal lavoratore. Una bella differenza anche con il regime Fornero, che aveva ammorbidito la disciplina in materia di licenziamenti prima della definitiva cancellazione dell’articolo 18voluta dall’esecutivo di Renzi. Per capire di cosa parliamo, ma soprattutto quali sorprese le aule dei tribunali potrebbero riservare alle tutele crescenti, abbiamo intervistato alcuni degli avvocati presenti al Convengo dell’AGI (Avvocati giuslavoristi italiani) a Torino...

Torino, parco del Valentino," Sedici arrestati, tutte di origine africana"... mille dosi di droga sequestrate Droga nascosta nelle buche, nei tombin...i

Droga nascosta nelle buche o nei tombini del parco Valentino, 16 arresti a Torino

PSIngegnose queste risorse e con tanta voglia di lavorare. Non si allontanavano neanche per la pausa pranzo.  Li rimanderanno in Marocco oppure dopo una piccola ramanzina da parte del giudice riprenderanno la loro attività?

umberto marabese
--------------------------

Per sorprendere gli spacciatori i carabinieri si sono finti corridori. Il parco trasformato in un "campo da golf della cannabis". Blitz antidroga dei carabinieri allo storico parco del Valentino a Torino, trasformato in un "campo da golf della cannabis", con decine di buche piene di marijuanahashisheroina cocaina. Sedici le persone arrestate, tutte di origine africana, mille dosi di droga sequestrate. Le sostanze stupefacenti erano nascoste sotto le zolle di erba, tra le fessure dei muretti lungo i sentieri, ai piedi degli ippocastani, sui binari del tram. Le indagini sono iniziate nell'ottobre 2016. Per sorprendere gli spacciatori i carabinieri sono arrivati a bordo di un tram e in tutta l'area del parco decine di militari si sono finti corridori. Attorno all'area occupata dai pusher si era sviluppata e consolidata nel tempo anche una microeconomia illegale, costituita da altre attività a supporto dello spaccio. Ogni giorno alcune donne portavano in carrelli della spesa, panini e bevande che gli spacciatori acquistavano e consumavano sul posto per non perdere eventuali clienti.--

domenica 17 settembre 2017

Maurizio Blondet - 2°) Bergoglio: una carriera e le sue macerie

“Sono un po’ furbo, mi so muovere”, ha detto una volta di sé Bergoglio.  “Sa gestire molto bene i fili del potere”, ha confermato padre Eduardo de la Serna, del Segretariato di Cura per i poveri, che lo ha conosciuto bene.  Come e con quali metodi, lo ha spiegato Alejandro Brittos, un giornalista argentino che ha condotto un’inchiesta sul passato di Francesco, a cui ha dato il titolo: “Come l’“umile” Bergoglio preparò la scalata ai vertici della Chiesa”.   E’ un articolo da leggere integralmente,  perché è anch’esso a modo suo un referto. Ne  riporto l’essenziale:
Come provinciale della Compagnia gesuitica  e come rettore del Colegio Màximo di Buenos Aires,  “nel giro di poco tempo, il futuro papa poté esibire al resto della Compagnia e della Chiesa i suoi successi:  Mentre nel mondo il numero di giovani che aderivano agli studi sacerdotali diminuiva, nella provincia argentina andava crescendo”.
Solo che “alcuni dei novizi di allora ricordano con dolore quella tappa. In una lettera inedita che è stata scritta recentemente da due di loro si legge: “Esisteva una chiara politica di reclutamento dei giovani. Si aveva bisogno di loro per fondare una nuova provincia. […] Si approfittò dell’età vulnerabile di quei ragazzi, in realtà poco più che bambini, per fini personali”  – Con metodi di “ manipolazione degli affetti con l’obiettivo di influire nel comportamento”,   ragazzi spesso tredicenni venivano instradati al sacerdozio così: “Nella pratica, si cercava di fare in modo che i novizi perdessero i vincoli affettivi con le proprie famiglie, con gli amici e in generale con tutte le relazioni private”.
Metodi da Scientology, diremmo....

Prof. Michel Chossudovsky - Doppi standard? Cinque "Stati non armi nucleari non dichiarate". Belgio, Paesi Bassi, Germania, Italia, Turchia

Sono Turchia, Germania, Belgio, Paesi Bassi e Italia Poteri nucleari?

Regione: 
Rapporto approfondito: 
Nota dell'autore
Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Global Research nel febbraio 2010 sotto il titolo: Cinque Cinque "Stati non armi nucleari non dichiarate"
I media, i politici e gli scienziati sono rimasti in silenzio. L'attenzione è stata persistente sulle armi nucleari inesistenti dell'Iran. E ora la messa a fuoco è sulla Corea del Nord.
Doppi standard? Tutti gli occhi sulla Corea del Nord
Amplificati documentati, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Italia e Turchia sono in possesso di armi nucleari che vengono distribuite sotto il comando nazionale contro la Russia, l'Iran e il Medio Oriente....

2°) Marco Travaglio contro RepubblicaPd il 17/09/2017 - Prendono i buchi e gridano al golpe

1°) Marco Travaglio - Il Piano Solà...( assolutamente da leggere, ci sono in ballo le "istituzioni"!)

Marco Travaglio

di Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore




  | 16 settembre 2017
Facciamo finta che un ufficiale dei Carabinieri, il capitano Giampaolo Scafarto, indaghi su un traffico di rifiuti. E raccolga pesanti prove sulle persone più vicine a un personaggio molto noto, Caio Sempronio: non solo intercettazioni, ma addirittura il pizzino scritto da un imprenditore con cifre di 30 mila euro al mese e 5 mila euro a bimestre con accanto le sigle del padre di Sempronio e del di lui compare, più richieste di 2 milioni per salvare il giornale di Sempronio, in cambio di raccomandazioni e incontri col braccio destro e il braccio sinistro di Sempronio. Il carabiniere si convincerà che nel traffico di rifiuti c’entri pure Sempronio. E, felice per la svolta della sua indagine, la confiderà a un pm con cui lavora da un anno: “Scoppierà un casino. Arriviamo a Sempronio”. Il pm si congratulerà con lui, raccomanderà prudenza, lo spronerà ad andare fino in fondo senza guardare in faccia nessuno. E, quando la storia verrà fuori, il carabiniere riceverà applausi ed encomi, mentre le tv si contenderanno la storia per girarci una fiction...

MilanoPidiessina: "Fiori per partigiani e repubblichini". La proposta dell’assessore di Milano fa infuriare Anpi e ex deportati: “Offensivo”

Fiori per partigiani e repubblichini. La proposta dell’assessore di Milano fa infuriare Anpi e ex deportati: “Offensivo”

PS: <<Milano, l’assessore Politiche sociali Pierfrancesco Majorino ha detto, " la corona per i caduti il 2 novembre “è una tradizione della città. Una tradizione che per me va interrotta: quindi nessuna corona. Senza bava alla bocca ma con molta fermezza”. Perché “il rispetto per i morti non ha bisogno, sempre, di gesti simbolici o riconoscimenti”.>>...il famigerato fascismo non centra proprii per nulla...?
umberto marabese
----------------------
Secondo la componente dalla giunta meneghina Carmela Rozza "per ragioni di umana pietà" il 2 novembre va reso omaggio a tutti i caduti. La reazione: "Mettere sullo stesso piano combattenti e caduti dell'Rsi è ignobile e indecente. Sala si opponga". L'assessore alle Politiche sociali Majorino: "Interrompiamo la tradizione. Nessuna corona".

Un’unica corona di fiori per i partigiani e i sostenitori dellaRepubblica di Salò sulla tomba dei caduti del cimitero Maggiore di Milano. La proposta dell’assessora alla Sicurezza Carmela Rozza per il 2 novembre, giorno dei defunti, fa infuriare l’Anpi. Per l’Associazione dei partigiani l’idea, arrivata sul tavolo della giunta Sala venerdì 15 settembre, pone “sullo stesso piano i Combattenti per la Libertà e i repubblichini“. L’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti (Aned) l’ha definita “offensiva”. Dopo qualche ora anche l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino ha detto la sua: la deposizione della corona per i caduti il 2 novembre “è una tradizione della città. Una tradizione che per me va interrotta: quindi nessuna corona. Senza bava alla bocca ma con molta fermezza”. Perché “il rispetto per i morti non ha bisogno, sempre, di gesti simbolici o riconoscimenti”...
continua a leggere...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/16/fiori-per-partigiani-e-repubblichini-la-proposta-dellassessore-di-milano-fa-infuriare-anpi-e-ex-deportati-offensivo/3860813/